Recensione: Maya Kai Ni da ”Kantai Collection ~KanColle~” di Funny Knights

Il giorno 1 Dicembre 2016 la prolifica Funny Knights distribuisce una nuova pubblicazione ispirata al titolo di successo “Kantai Collection ~KanColle~”: Maya Kai Ni.

1. CONFEZIONE

Confezionata in un box di generose dimensioni, pari a 30 x 26 x 19 cm, tuttavia inferiore rispetto a quanto aspettato, la bella figure è protetta da un ampio blister con numerose plastiche morbide che avvolgono il personaggio e le parti smontabili che completano il suo imponente armamento.

2. PANORAMICA (variante #1)

Una volta estratta dal box ed eseguite le fasi di assemblaggio (meglio illustrate successivamente), Maya è pronta per essere esposta in due diverse soluzioni (più una terza in via non ufficiale), pronta a deliziare l’osservatore grazie alla sua fedeltà col prototipo mostrato in fase di preordine.
La prima versione mostrata immortala il personaggio con l’intero corredo assemblato: Kai Ni (Kai-II).

3. SCULTURA

Sapientemente scolpita da Unitec in collaborazione con Jun, la figure è realizzata in scala 1/7, con altezza complessiva pari a circa 20 cm.
Proposta in una posa dalla forte componente dinamica, si apprezza la lavorazione complessiva del personaggio, che si tratti di volto, chioma, busto o gambe.
Il viso appare fedele nelle proporzioni al character-design originale, così come convincente è la scultura della chioma, arricchita dagli elementi che richiamano la nave da guerra a cui fa riferimento.
Di particolare cura è la lavorazione della casacca che indossa, con una soddisfacente quantità di dettagli scolpiti e una innegabile cura nella modellazione delle forme fisiche, che si tratti di seno o addome, quest’ultimo particolarmente convincente.
Si termina con le gambe, che slanciano il personaggio donandole un effetto dinamico molto realistico, scolpite con cura e dalle giuste proporzioni:

4. DECORAZIONE (parte 1 di 3)

Passando all’analisi della decorazione, questa è arricchita dalla presenza di Chizuru Nagumo alla supervisione, che indubbiamente contribuisce a una buona resa finale del prodotto.
La chioma, contraddistinta da una finitura satinata, appare piuttosto precisa e arricchita da diverse sfumature che donano lucentezza al tutto; non manca qualche imprecisione, in particolar modo il fermaglio, ma si tratta di difetti tuttavia trascurabili.
Il volto gode di una colorazione base candida e delicata, sulla quale spicca tanto il sorriso quanto l’intenso sguardo, con gli occhio azzurri lavorati puntualmente, capaci di donare vita al personaggio.
Ben decorato anche il berretto e gli elementi ai lati del capo, così come il colletto della camicetta alla marinara che Maya indossa con disinvoltura.

5. DECORAZIONE (parte 2 di 3)

L’abbigliamento, di cui si è già accennato qualche riga più su, gode di un buon livello di precisione nella decorazione, con una tinta base di colore verde acqua e dettagli in bianco, nero e rosso, tutti dipinti con un buon livello di attenzione ai margini.
Stessa cosa vale per le parti scoperte del corpo, sfumate con cura, nonchè per i guanti, che seppur neri, presentano un piccolo decoro bianco sul bordo del polsino.
Slip e gonna sono altrettanto ben decorati, quest’ultima con una graziosa sfumatura sul bordo, per passare infine alle gambe, puntuali quanto basta, e le particolari calzature che strizzano l’occhiolino alla nave originale.

6. DECORAZIONE (parte 3 di 3)

Gli elementi che completano la figure contistono in porzione dello scafo, torrette e antenne che si rifanno all’aspetto in versione Kai (potenziata) e Kai Ni o Kai-II(secondo potenziamento) della fregata pesante in servizio per la Marina Imperiale Giapponese.
Non mancano dettagli in gran quantità, soprattutto dal punto di vista della scultura, con numerosi elementi di piccole dimensioni che bisogna maneggiare con estrema cura.
Questa precisione indubbiamente deve i meriti ad Aoshima, ditta che da sempre produce modelli in scala di mezzi militari e non solo, e di cui Funny Knights è un distaccamento dedicato alle figures.
Anche la decorazione è abbastanza convincente, con molte sfumature soprattutto sullo scafo della nave, atte a rimarcare ed evidenziare le pannellature, mentre in altre zone (come le torrette) la verniciatura appare più uniforme, sebbene svolga bene il suo compito.

7. ASSEMBLAGGIO (parte 1 di 4: base)

Le basi dei personaggi ispirati a “Kantai Collection ~KanColle~” di Funny Knights si distinguono sempre per un aspetto sobrio ed elegante, nonchè per la presenza di una targa serigrafata che riporta il nome della nave nonchè una sagoma stilizzata di quest’ultima.
La scelta della ditta di munire la figure di perni, anzichè di fori, appare economica e tipica di produzioni di tipo prize; nonostante le impressioni, si rivela invece molto funzionale per garantire stabilità in una posa così fortemente inclinata.

8. ASSEMBLAGGIO (parte 2 di 4: variante #2 senza armamento)

Appena assemblata, e quindi priva dell’armamento, Maya può essere ammirata nella sua semplicità, offrendo una variante spoglia, che consiste nel personaggio senza accessori.

9. ASSEMBLAGGIO (parte 3 di 4: variante #3 armamento parziale)

Eseguendo la prima fase di assemblaggio si ottiene la seconda variante, ovvero munita di una parte dello scafo con torrette, mentre il braccio destro resta libero, donando così al personaggio un aspetto non equilibrato ma comunque piacevole.
In questa fase aiuta molto lo snodo sul perno da inserire dietro la schiena di Maya,sebbene l’incastro risulti molto duro (e quindi si è deciso di non spingerlo fino i fondo poichè l’esemplare in oggetto dopo l’analisi sarebbe stato smontato e riposto in scatola).

10. ASSEMBLAGGIO (parte 4 di 4: variante #1 armamento completo)

Terza variante, considerabile quella ufficiale e completa, Kai Ni, consiste in un braccio extra che va sostituito a quello standard, aggiungendo così ulteriore armamento al tutto, e bilanciando il personaggio, che appare particolarmente carico e pieno di energie.

11. CONCLUSIONI e VALUTAZIONE

In conclusione Maya Kai Ni da “Kantai Collection ~KanColle~” di Funny Knights è un prodotto molto convincente, che non si vergogna di mostrare i suoi piccoli difetti, poichè fa della posa, della scultura e della fedeltà col prototipo ufficiale i suoi punti di forza.
La scultura di Unitec e Jun è precisa e apprezzabile in molteplici situazioni, dalla posa del personaggio alla cura con cui sono scolpiti gli abiti, il seno o l’addome, e la decorazione nell’insieme dona al tutto il giusto equilibrio e livello di precisione.
Non mancano elementi che facciano storcere il naso, come qualche sbavatura o impurità, che l’obiettivo non perdona, mentre l’occhio nudo coglie con fatica, e solo se sà precisamente dove guardare.
Un prodotto soddisfacente, un personaggio meno popolare di altri tratto dal titoloDMM.com / Kadokawa Games, che nell’insieme può essere promosso e consigliato a chi cerca una “KanColle” bella e meno banale di altre.

Nome: Maya Kai Ni (Kai-II)
Serie: Kantai Collection ~KanColle~”
Produzione: Funny Knights (Japan)
Scala: 1/7 – 20 cm
Anno di pubblicazione: 2016 (Dicembre)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 15984 Yen

Pro:
– prodotto finale fedele al prototipo ufficiale;
– posa dinamica e che dona interesse alla riproduzione;
– scultura e decorazione soddisfacenti.

Contro:
– qualche imperfezione sparsa nella decorazione;
– difficoltà nell’assemblaggio data la delicatezza di alcuni elementi sottili.

Voto Finale: 8½/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: