Recensione: Ariel & Flounder da “Disney’s The Little Mermaid” SPM Figure di SEGA

Nel panorama delle figures giapponesi, le PRIZE sono da sempre un vero e proprio fenomeno, che nel corso degli anni si è espanso sempre più, raggiungendo in diversi casi un livello qualitativo molto soddisfacente nonostante la fascia di prezzo decisamente bassa.
SEGA, tra i più noti e storici produttori, il 31 Agosto 2018 distribuisce la sua Ariel da “The Little Mermaid”, il classico Walt Disney meglio noto in Italia come “La Sirenetta”.

1. CONFEZIONE

Confezionata nel classico box in cartone leggero, con foratura puntinata sui due lati per poter essere afferrata dall’artiglio delle macchine UFO Catcher, la figure arriva all’interno del blister che ospita personaggio e basetta espositiva, il tutto di semplice realizzazione ma sufficiente a proteggere il prodotto.

2. PANORAMICA

Estratta dalla confezione si nota subito la solidità del prodotto, alto in totale 21 cm ci rca, con particolare attenzione al peso, che una volta assemblato attende solo di essere esposto e ammirato da ogni angolazione.

3. SCULTURA

Scolpita dagli abili artisti dell’azienda, Ariel appare molto somigliante col character-design originale; si noti la bella chioma, compatta e fluente, modellata in modo da emulare il tipico movimento dei suoi capelli sott’acqua; passando al viso, questi è ben scolpito e dall’aspetto tondeggiante, elemento questo che rimarca la fedeltà col suo aspetto originale; si apprezza molto anche l’intarsio della bocca, preciso e capace di donare maggior realismo all’espressione sorridente della sirenetta. Il corpo della figlia di Re Tritone appare modellato con cura, semplice nella quantità di dettagli (com’é giusto che sia) ma più che convincente, soprattutto per quanto concerne la coda da sirena, realizzata in corrispondenza della pinna caudale con un materiale semitrasparente. Si passa poi al simpatico Flounder, il pesce che accompagna Ariel nelle sue avventure: anche lui si rivela molto fedele al design originale, e la scultura puntuale della bocca, affiancata al lavoro nel suo insieme, rimarca la somiglianza con character-design originale del classico Disney.

4. DECORAZIONE

La decorazione è come sempre molto semplice, senza particolari sfumature e supportata dall’utilizzo di materiali già in tinta, elemento questo che sicuramente riduce drasticamente i costi di produzione. Nonostante la resa approssimativa di alcune aree, globalmente il prodotto appare soddisfacente anche sotto questo aspetto. La riproduzione degli occhi è molto semplice, ma precisa e molto somigliante alle foto ufficiali, e gli intarsi delle bocche o altri piccoli elementi risultano essere ritoccati con cura più che soddisfacente. Le ampie superfici in alcuni punti possono presentare impurità (nel nostro caso nell’area dell’addome di Ariel), ma si tratta spesso di collanti residui che possono essere rimossi facilmente con un po’ d’acqua. Qua e là si nota qualche segno dei giunti degli stampi, soprattutto sulle mani, o gli elementi di giunzione delle parti che compongono la figure, come il gomito sinistro, ma nulla che possa effettivamente minare al fruire di questo prodotto.

5. ASSEMBLAGGIO

L’assemblaggio di Ariel è davvero semplice, poichè basterà inserire l’asta nella base circolare e, successivamente, fissare il tutto dietro la coda della figure grazie all’apposito foro. A questo punto l’esposizione è pronta, solida e piacevole quanto basta per godere della graziosa realizzazione nel suo insieme.

6. CONCLUSIONI e VALUTAZIONE

In conclusione si può affermare che Ariel da “The Little Mermaid” prodotta da SEGA è una figure molto graziosa e piacevole, che tiene alta la bandiera dell’azienda nel settore delle Prize Figures.
Appartenente alla linea SPM (Super Premium), che promette una qualità superiore dei prodotti, ciò che sorprende di più è la somiglianza del personaggio col design originale del classico Walt Disney, e nonostante gran parte della realizzazione sia in materiale precolorato la resa finale resta comunque soddisfacente. SEGA è stata tra le aziende più importanti in questo settore, e nonostante molte ditte si siano affacciate su questo mercato (FuRyu, Taito ecc…) resta probabilmente una delle più affidabili, e capace di offire personaggi sempre nuovi e dalle pose originali con accurata scultura a un prezzo molto vantaggioso per chi desidera ampliare la propria collezione spendendo delle somme decisamente contenute.

Nome: Ariel & Flounder – SPM Figure
Serie: Disney’s The Little Mermaid
Produzione: SEGA (Giappone)
Scala: non scale – 21 cm
Anno di pubblicazione: 2018 (Agosto)
Tiratura: Prize (Ufo Catcher)
Prezzo di listino: 100 Yen per partita (35€ prezzo medio da negozianti)

Pro:
– scultura fedele al character-design originale;
– materiale precolorato ben lavorato con scarsa presenza d’impurità;
– stampa e assemblaggio solido.

Contro:
– giunti e qualità di lavorazione in linea con la categoria.

Voto Finale: 9/10

N.B. la valutazione finale è da considerarsi in correlazione al genere di prodotto e in rapporto alla qualità/prezzo offerta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: