Recensione: Homura (Pyra) da “Xenoblade 2” di Good Smile Company & Max Factory

Il 20 Dicembre del 2018 inizia la distribuzione di Homura, personaggio tratto dal celebre videogame di ruolo “Xenoblade 2” e prodotto in collaborazione da Good Smile Company e Max Factory.

1. CONFEZIONE

Nota anche come Pyra, l’eroina del software targato Monolith Soft e pubblicato su console Nintendo Switch, arriva in un ampio box cartonato rigido che ospita il personaggio, la sua scenografica arma e la base espositiva che riporta il tipico logo del videogame distribuito nel mondo come “Xenoblade Chronicles 2”.

2. PANORAMICA

Estratta dalla confezione e liberata dalle plastiche di protezione, basteranno pochi minuti per assemblare il prodotto, così pronto all’esposizione e per essere ammirato da ogni angolazione.

3. SCULTURA

Finemente scolpita da Akimofu in scala 1/7, la figure sviluppa circa 21 cm di altezza, mentre in orizzontale supera i 25 cm data l’imponente arma che imbraccia. Spicca fin da subito la fedeltà del prodotto col prototipo ufficiale, ricalcando a dovere la posa dinamica e tutti i dettagli che verranno analizzati nel corso della presente recensione.
La chioma appare ben modellata e lavorata in ogni sua parte, con attenta riproduzione delle ciocche che, in accordo con l’istantanea, seguono il movimento dell’eroina.
Il volto è modellato a dovere, e ben incorniciato tra i capelli, in leggero contrasto col costume, che mostra una notevole quantità di particolari. Primo tra tutti la trama, che ricorre in diverse parti dell’abbigliamento uniformando così le aree più scure con un effetto esagonale a nido d’ape, incredibilmente ben delineato nonostante la scala di riproduzione minuta. Anche tutti gli elementi applicati a corazza e protezione appaiono ben scolpiti e posizionati, e si accostano alla posa estrema del personaggio, che impugna con forza la scenografica arma mentre spicca un balzo in avanti sfoggiando le lunghe e snelle gambe, che terminano in calzature solide e ben dettagliate.

4. DECORAZIONE

Il processo di decorazione soddisfa in pieno, e questo grazie anche alla presenza di Hajime Akimoto (storico color producer di Max Factory da tempo immemore).
La colorazione della chioma gode di una finitura perlata molto interessante (che la nostra fotocamera non è riuscita a catturare in modo troppo preciso, alterando leggermente la tinta della vernice su una tonalità più rossastra), che racchiude il bel volto dov’è riprodotto a dovere lo stile di Masatsugu Saito (SaitoM), autore del character-design del videogame. Il costume offre un ampio spettro di possibilità per la decorazione, tant’è che ogni dettaglio è finemente rimarcato, e con grande attenzione alle superfici dalle diverse finiture ed effetti pastello o metallizzato.
Molto bella la decorazione cangiante della trama a nido d’ape, così come la scelta di rifinire alcune aree del costume con un effetto lucido che contrasti a dovere la satinatura della pelle.
Anche le linee più sottili appaiono verniciate a dovere, tant’é che non si trovano particolari difetti o imprecisioni, nemmeno nei passaggi tra un materiale e l’altro.

5. ASSEMBLAGGIO (parte 1 di 2)

L’assemblaggio di Homura si articola in tre fasi, tutte piuttosto semplici ma che necessitano della giusta attenzione.
Le prime due consistono nel posizionamento del personaggio sulla base, che avviene mediante un grosso perno metallico a sezione quadrata sotto il piede destro, nonché un’asta metallica sotto il sinistro, che appare leggermente antiestetica ma garantisce stabilità nel tempo.
Successivamente si procede con l’inserimento dei due lembi dietro la schiena, che dovranno essere inseriti fino in fondo facendo forza sulla parte piatta per evitare danneggiamenti.

6. ASSEMBLAGGIO (parte 2 di 2)

Si passa infine alla collocazione dell’imponente arma, che trova facilmente la sua posizione finale grazie alla scelta di dividere l’accessorio in due parti, con l’impugnatura già fissata tra le mani evitando così trasferimenti di colore durante il montaggio.
Particolarmente apprezzabile, in questa fase, la lavorazione delle parti semitrasparenti e metalliche, che contrastano egregiamente donando luminosità al personaggio.

7. CONCLUSIONI e VALUTAZIONE

Tirando le somme Homura (Pyra) da “Xenoblade 2” è un prodotto indubbiamente soddisfacente, che tiene alta la bandiera dei due colossi nipponici associati Good Smile Company e Max Factory.
La realizzazione, a cura del primo, segue minuziosamente il processo programmato dal secondo, con attenzione allo sviluppo e alla produzione, garantendo un livello qualitativo finale molto alto e privo d’imperfezioni.
La distribuzione limitata, disponibile dal GSC Online Shop, AmiAmi e Amazon.jp, fa di questo prodotto un articolo innegabilmente appetibile a livello collezionistico, ma che non affascina solo per la rarità, ma soprattutto per la qualità globale che fa ben sperare in un bis con l’arrivo del secondo personaggio tratto dalla saga videoludica in uscita il prossimo mese salvo ritardi: Hikari (Mythra).

Nome: Homura (Pyra)
Serie: Xenblade 2 (Xenoblade Chronicles 2)
Produzione: Good Smile Company, Max Factory(Giappone)
Scala: 1/7 – 21 cm
Anno di pubblicazione: 2018 (Dicembre)
Tiratura: Limited / Exclusive
Prezzo di listino: 19800 Yen

Pro:
– scultura puntuale e ricca di dettagli, fino alla trama del costume;
– decorazione priva d’imperfezioni, con ampia varietà di finiture ed effetto lucido e metallizzato molto convincente;
– piena fedeltà al modello originale e al character-design di SaitoM.

Contro:
– non riscontrati.

Voto Finale: 9½/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: