Recensione: Mefmera da “Dungeon Traverlers 2-2” di FLARE

Direttamente dal videogioco di ruolo per PSP e PS Vita “Dungeon Travelers 2-2: Yamiochi no Otome to Hajimari no Sho”, il 16 Maggio 2019 arriva sugli scaffali degli store nipponici la bella Mefmera, edita da FLARE.

1. CONFEZIONE

Confezionata in un elegante box in acetato, con dimensioni pari a 38 x 28 x 19 cm e peso superiore a 1,2 kg, la figure arriva ben protetta nel blister che ospita personaggio, mantello con nastro a parte, spada e base.
A corredo del tutto non manca un foglio illustrativo, per meglio accompagnare le operazioni necessarie all’assemblaggio.

2. PANORAMICA

Estratta dalla confezione, e seguite accuratamente le istruzioni (che analizzeremo in seguito), Mefmera è pronta per essere esposta e ammirata nella sua imponente e sensuale bellezza.

3. SCULTURA

Scolpita dal noto French Doll, autore di numerosi personaggi pubblicati dall’azienda, la figure è realizzata non in scala (sebbene sia facile intuirne una proporzione di tipo 1/7), e sviluppa circa 25 cm di altezza.
La chioma appare lavorata con grande cura, intarsiata e modellata a dovere, e capace d’incorniciare in modo netto e puntuale il viso, che pur risultando parzialmente nascosto data la posa, riesce a farsi notare anche nelle angolazioni più estreme.
Molto bella la scultura del corpo, con una posa semplice e statica ma di grande effetto, grazie al braccio sinistro che porta la mano dietro la schiena, impugnando una spada, mentre la destra passa al lato del seno generando un’accattivante e sensuale posa della mano.
Le gambe, lunghe e in carne, sono parzialmente coperte dal mantello che arriva fino a terra, sebbene lo spacco sul fronte lasci ben visibile parte del lavoro di modellazione dei reggicalze e delle scarpe.
Molto piacevole il panneggio, che tocca il suolo con delicata eleganza.

4. DECORAZIONE

La decorazione rispetta la tradizione di FLARE, e la presenza di Ganyon alla produzione garantisce delle tinte compatte e incisive, che contrastano bene le une con le altre.
Brilla la chioma, molto chiara e con leggere sfumature, sulla quale si notano le tipiche orecchie; la pelle appare candida e ben lavorata, contrastando le tonalità più scure dell’indumento, principalmente sui toni del blu/azzurro e del nero, con elementi violetto.
Molto precisi i dettagli più minuti, dagli occhi al decoro della bocca, passando per gli elementi grafici del mantello o delle scarpette, sebbene le ampie superfici godano di maggior attenzione grazie alla buona dose di sfumature.

5. VARIANTE

Grazie alla necessità di dover assemblare il mantello, è possibile godere della figure in una versione più piccante, dove l’assenza dell’ampio indumento e della gonna sottostante permette di ammirare l’accurata scultura delle gambe, del bacino e dell’addome.
In questa fase è possibile anche scoprire che il reggiseno è cast-off, realizzato in materiale morbido; opzione che non abbiamo immortalato (per questioni di rispetto alla sensibilità dei lettori), risulta una piacevole aggiunta.

6. ASSEMBLAGGIO

L’assemblaggio è la nota dolente del prodotto, poiché l’azienda non ha studiato un procedimento particolarmente agevole; fissato il personaggio sulla base tramite un perno in metallo, sarà possibile rimuovere la parte superiore del busto per posizionare al meglio la gonna e, successivamente, collocare il mantello.
Quest’ultimo è in materiale flessibile, il ché offre la possibilità di essere allargato per arrivare alla posizione finale sulla figure; terminata questa operazione andranno chiusi i due lembi con l’ausilio di perni e forni posti sulla parte frontale e, successivamente, mantenuti saldamente ancorati tramite il fiocco, che con due perni contribuisce alla chiusura dell’accessorio.
Si tratta di una fase che richiede molta pazienza e molta attenzione, per evitare trasferimenti di colore e rischiosi danneggiamenti.
Infine, grazie al manico removibile, si colloca la spada nella mano sinistra di Mefmera, operazione semplice e sicura.

7. CONCLUSIONI e VALUTAZIONE

Tirando le somme questa Mefmera da “Dungeon Traverlers 2-2” di FLARE è un prodotto di alta qualità, che conferma il raffinato modus operandi dell’azienda.
La figure è precisa, priva di difetti e fedele al prototipo ufficiale, scolpita con grande cura e decorata in modo da esaltare il più piccolo dei particolari, con particolare menzione ai pellicciotti presenti al collo e sulle caviglie.
Molto bello il volto, somigliante al personaggio e con uno sguardo sensuale e accattivante, nonché la tinta intensa dell’azzurro che caratterizza il panneggio del mantello.
Un prodotto innegabilmente appetibile, che soddisfa in pieno nonostante le operazioni di assemblaggio decisamente ostiche.

Nome: Mefmera
Serie: Dungeon Travelers 2-2 Yamiochi no Otome to Hajimari no Sho
Produzione: FLARE (Giappone)
Scala: non in scala – 25 cm
Anno di pubblicazione: 2019 (Maggio)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 15984 Yen

Pro:
– scultura ricca ed estremamente precisa, dalla chioma al corpo, passando per il bel volto incorniciato tra i capelli;
– verniciatura ricca e intensa, con sfumature e numerosi dettagli;
– aspetto globale molto piacevole.

Contro:
– assemblaggio del mantello innegabilmente complicato.

Voto Finale: 9½/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: