Recensione: Assassin / Shuten-Douji da “Fate/Grand Order” di Max Factory

Il 24 Luglio arriva sugli scaffali degli store nipponici la proposta di Max Factory dedicata al personaggio di Assassin / Shuten-Douji dal successo TYPE-MOON “Fate/Grand Order”.

1. CONFEZIONE

Confezionata in un elegante box con dimensioni pari a 24 x 24 x 21 cm, arricchito dalle tinta distintive del personaggio ed elementi grafici floreali, la figure arriva ben protetta nel blister che ospita personaggio, accessori e base espositiva, il tutto ben preservato dalle plastiche morbide.

2. PANORAMICA

Estratta dalla confezione ed eseguite le semplici operazioni di assemblaggio, Assassin / Shuten-Douji è pronta per essere esposta e ammirata da ogni angolazione.

3. SCULTURA

Scolpita con cura da Ken Kawanishi, la figure è realizzata in scala 1/7, e sviluppa circa 15,5 cm di altezza data la posa in ginocchio a terra.
Spicca fin dal primo sguardo la cura dell’artista nel riprodurre gli elementi distintivi più noti del personaggio, dalla particolare chioma ben intarsiata alle lunghe corna che sovrastano la fronte, il tutto perfettamente armonizzato col volto, modellato con cura e incorniciato tra questi elementi.
Molto piacevole il lavoro svolto sul panneggio, con l’abito che scivola lungo le spalle scoprendo parte della schiena e del seno, restando saldamente legato in vita grazie alla cintura riprodotta con cura.
D’indubbia bellezza tutto il lavoro svolto sulle gambe, dove il personaggio indossa dei particolari elementi che rendono molto singolare e unico il suo stile, grazie al character-design originale di Raita.
Chiudono il cerchio dettagli come i fiocchi alle caviglie, il piatto che Shuten-Douji tiene nella mano destra o l’ampia ampolla che regge con la sinistra.

4. DECORAZIONE

Supervisionata da Hajime Akimoto, la decorazione serve a dovere il modello di base, presentandosi fin da subito molto convincente ad occhio nudo, nonostante le ultime foto diffuse dall’azienda facessero temere in una scelta di tinte meno intense.
La verniciatura della chioma, del volto e delle lunghe corna sono il punto forte dell’intero processo di pittura, con pigmenti vivi e accesi, che contrastano la candida pelle del personaggio e rimarcano a dovere il processo di scultura del modello di base.
Molto piacevole anche la delicata tonalità dell’indumento, un violetto intenso ma senza eccedere, che lascia spazio agli intarsi dei decori, rimarcati con un passaggio di pennello appena percettibile nei vari canali.
Molto buona anche la decorazione delle parti metalliche, in corrispondenza delle gambe e a copertura del seno, anche se i margini non risultano essere ben delineati ovunque.

5. ASSEMBLAGGIO

L’assemblaggio del personaggio è molto semplice, e consiste esclusivamente nel porre Assassin / Shuten-Douji sulla base circolare e, successivamente, posizionare ampolla e uno dei paracolpi del ginocchio.
In questa fase si apprezza la completezza della pittura anche sul parastinchi, nonché elementi che innalzano l’innegabile sex-appeal del personaggio.
Nella confezione sono presenti due ulteriori gocce di silicone adesivo modellato, che servono a sostituire quella già fissata nel piattino se necessario.

6. CONCLUSIONI e VALUTAZIONE

Tirando le somme si può affermare che questa Assassin / Shuten-Douji di Max Factory è una figure più che convincente, capace di regalare un buon livello di soddisfazione ai collezionisti.
La scultura è pulita e la decorazione, seppur non sempre brillante e intensa come meritava il personaggio, risulta comunque fedele a quanto mostrato in fase di preordine.
Il viso appare meno tondo rispetto al prototipo, ma si tratta di una nota che alla fine gioca a favore del prodotto finale, più fedele al design di Raita.
Meno convincente invece la base, che pecca in modo innegabile, compromettendo la bellezza della paletta cromatica del personaggio con un grigio piatto e piuttosto insipido, che avrebbe avuto molto più risalto se arricchito da qualche elemento grafico o una scelta più scenografica, lecitamente attesa data l’attenzione dell’azienda nell’esporre il prototipo ufficiale in una teca ricca di colori ed effetti luce durante il Wonder Festival 2018 [Summer].
Superati questi due piccoli nei, per il resto non si può far altro che amare la figure in questione, in attesa che Ques Q distribuisca quanto prima la sua versione del personaggio.

Nome: Assassin / Shuten Douji
Serie: Fate/Grand Order
Produzione: Max Factory (Giappone)
Scala: 1/7 – 15,5 cm
Anno di pubblicazione: 2019 (Luglio)
Tiratura: Standard
Prezzo di listino: 16800 Yen

Pro:
– buona fedeltà al prototipo ufficiale;
– decorazione della chioma, del volto e delle corna molto soddisfacente, meno brillante sul resto del personaggio;
– posa nell’insieme più che convincente;
– scultura attenta e con una buona cura dei dettagli.

Contro:
– base decisamente da bocciare.

Voto Finale: 9/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: